Paleonews

Il blog dedicato ai Paleontologi !!!!

- a) Curriculum

 

PhD. Buono Giuseppe – CURRICULUM Abstract

 

1) General Data

Surname: Buono

First name: Giuseppe

Date of Birth: October 30th 1978

Place of Birth: Naples, Italy

Address: Via Montagna spaccata, 26 – 80126 – Napoli (Naples), Italy

Tel.: 00 39 081 7674947 Cell.: 00 39 392 1425814

Emails: giubuono@unina.it

Titles: B.Sc. (Geology); Ph.D. (Earth Sciences)

Current position: Geologist

 

2) Higher Education

a) Ph.D., University of Naples “Federico II”, Naples, Italy

Date of award: January 24th 2007

Thesis title: “Studi geo-paleontologici su livelli ricchi in brachiopodi del Lias superiore del Gran Sasso d’Italia” (Geo-paleontological researches on brachiopods-rich levels of Late Lias of Gran Sasso d’Italia).

Supervisor: Prof. Emma Ruggiero Taddei

(PDF – Buono Giuseppe, 2007, Phd Thesis (tesi dottorato))

b) B.Sc., University of Naples “Federico II”, Naples, Italy. Graduated with honors (110/110 cum laude)

Date of award: July 17th 2003

Thesis title: ”Rhynchonelle del Lias medio-superiore del Gran Sasso” (Rhynchonellids of middle-late Lias of Gran Sasso).

Supervisor: Prof. Emma Ruggiero Taddei

c) Classical Maturity Diploma at the Liceo Ginnasio “A. Pansini” with final vote of 50/60.

 

3) Grants

Marie Curie research Fellowship (2009-2011) 

 

4) Publications

• Peer-reviewed papers

a) Taddei Ruggiero E., Buono G. & Raia P. – Bioerosion on brachiopod shells of a thanatocoenosis of Alboràn Sea (Spain) – Ichnos, Volume 13, Number 3, July-September 2006, pp. 175-184 (10). (link)

b) Graziano R., Buono G. & Ruggiero E. – Early Toarcian (Lower Jurassic) brachiopod-rich carbonate facies of the Gran Sasso range (central Apennines, Italy). – “Bollettino della Società Paleontologica Italiana”, vol. 45 (1), 2006, pp. 61-74. (link)

c) Taddei Ruggiero E., Raia P. & Buono G. – Morphological variation within the genus Terebratula Müller 1776 in Italy – Proceedings of the 5th International Brachiopod Conference, Number 52: An international series of monographs and memoirs in palaeontology and biostratigraphy (Fossils and Strata Monograph Series) by Claus Nielsen and Sarah Long 2007.

 

(to have a copy of these publication ask me the password to see the dedicate page)

http://paleonews.wordpress.com/my-page-curriculum/

or search them on Palaeontology and Palaeoenvironments Research group of Univesity of Plymouth

http://www.research.plymouth.ac.uk/paleopalenv/PPRSPublicationpage.html (from April 2009)

 

5) Research Interest

a) Paleobiology of Post-paleozoic Brachiopoda.

b) Biometric and statistic analysis.

c) Invertebrate and vertebrate paleontology.

d) Geology, sedimentology and paleogeography of Tethys.

e) Geology and Paleontology of Pietraroia (Southern Italy) Plattenkalk.

f) Exceptional fossil preservation.

Web community affiliation:

a – IPA Directory of Paleontologists of the World (link)

b – Brachnet: Brachiopoda and Brachiopodologists (link)

 

2 commenti »

  1. salve, ero ignaro del fatto che potesero esistere ammoniti tanto grandi. e mi domando inoltre se non sarebbe piu interessante dividerla a meta, dato che le ammoniti racchiudono la loro bellezza all interno.

    quali sono le fiere dei fossili piu famose dove c è la possibilita di aquistarne e venderne?

    grazie mille spero lei possa rispondermi,

    complimenti per i suoi studi

    Commento di Anonimo | ottobre 17, 2008

  2. Riguardo le Ammoniti immagino che il suo commento riguardi il seguente post (link).
    è vero che spesso le Ammoniti nasconono al loro interno meravigliose cristallizzazioni minerali o comunque meravigliosi riempimenti policromi, tuttavia apparte il fatto che non c’è certezza che questi si riscontrino (potrebbe esserci ad eempio un semplice riempimento monocromatico privo di qualsiasi attrattiva, e comunque e molto più facile che che cristallizzazioni così affascinanti si rinvengano in ammoniti di dimensioni più ridotte perhè e molto più difficile che si riempia anche solo parzialmente una camera enorme piuttosto che una più piccola) il rinvenimento di Ammoniti complete di dimensioni così gigantesche è da ritenersi abbastanza raro e intaccare una simile meraviglia e un reperto scientifiamente così interessanti solo per fini estetici può essere considerato quasi uno “scempio”. La siuazione da lei prospettata potrebbe forse essere applicata in caso di rinvenimento di una Ammonite non integra magari proveniente da un area in cui si abbiano gia notize sulla critallizzazzione in esemplari più piccoli.
    Per quanto riguarda le mostre e le fiere le alle quali comprere e vendere minerali e fossili le più importanti sono sicuramente quelle di Tucson, Sainte-marie aux mines FRA, e Monaco di Baviera (i links sono nella home page del blog) e più in generale in Germania e negli Usa ve ne sono a decine di grandi manifestazioni del genere.
    Anche in Italia ve ne sono alcune con una consolidata tradizione (anche se in genere più votate ai minerali che ai fossili), c’è una lista su paleofox :le date si riferiscono al 2007, ma per le mostre più importanti come Verona, Bologna, Torino e Roma è abbastanza scontato che ci siano ogni anno(basta cercare un pò su google).

    Grazie per i complimenti, anche se attualmente il mio curriculum non è poi così eccezionale !!

    Commento di Giuseppe Buono | ottobre 17, 2008


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: