Paleonews

Il blog dedicato ai Paleontologi !!!!

2008-09-22 – Pesce fossile con dita (Panderichthys, 4) (divulgazione sc. ITA)

Evoluzione degli arti

Le dita dei pesci primordiali

L’assenza nei pesci dei meccanismi genetici per lo sviluppo delle dita aveva fatto ritenere che esse si fossero sviluppate solo dopo la colonizzazione della terraferma

Finora si riteneva che i tetrapodi, i primi animali terrestri a quattro zampe, fossero stati anche i primi organismi dotati di dita; ora una ricerca condotta da paleontologi dell’Università di Uppsala mostra che non è così. Come spiega in un articolo in corso di pubblicazione su “Nature”, Catherine Boisvert è infatti riuscita a identificare, attraverso un esame a raggi X dei fossili di Panderichthys – la presenza di dita rudimentali in questa specie di transizione fra i pesci e gli animali terricoli.

Circa 380 milioni di anni fa alcuni antenati dei pesci attuali si sono evoluti nei tetrapodi, passando per diverse forme intermedie. I ricercatori si sono sempre chiesti se le dita siano comparse per la prima volta in questi progenitori di tutti gli uccelli, mammiferi, crostacei e anfibi, o se esse si fossero sviluppate a partire da elementi già presenti nelle forme ittiche da cui essi derivavano.

Ricerche precedenti che avevano esaminato i geni necessari allo sviluppo delle pinne nel pesce zebra (Danio rerio) – uno dei pesci più prossimi ai celacantidi, i “fossili viventi” che si ritiene derivino direttamente dagli antichi progenitori dei tetrapodi – per poi confrontarli con quelli che regolano lo sviluppo degli arti nel topo, avevano mostrato l’assenza nel pesce dei meccanismi genetici necessari allo sviluppo delle dita. Questa osservazione aveva condotto alla conclusione che esse fossero realmente apparse solamente nei tetrapodi.

Esaminando tuttavia fossili di Panderichthys con tecniche di tomografia computerizzata nel corso di uno studio per la ricostruzione dell’immagine tridimensionale dell’animale, Catherine Boisvert ha potuto scoprire la presenza finora passata del tutto inosservata, di rudimenti di dita. Strutture analoghe erano state in effetti rilevate in esemplari fossili di “Tiktaalik”, che tuttavia è una specie molto più vicina ai tetrapodi del Panderichthys. (gg)

PAROLE CHIAVE – dita Tiktaalik

http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Le_dita_dei_pesci_primordiali/1333296

settembre 22, 2008 - Posted by | - Pesci / Fishes, Europa, Lang. - Italiano, P - Evoluzione, P - Ritrovamenti fossili, Paleontology / Paleontologia | , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: