Paleonews

Il blog dedicato ai Paleontologi !!!!

2009-03-13 – Evoluzione: I denti del pesce “Dracula” (evolution, “Dracula” fish)

SCOPERTO PESCE-DRACULA MISURA SOLO 16 MILLIMETRI

PD*27442385

• Per gli scienziati è straordinario
Ha due denti aguzzi come i canini di un vampiro il “Danionella Dracula”, un pesce un cui esemplare è stato scoperto in un fiume in Birmania. Il pesce, piccolissimo – misura poco più di 16 millimetri di lunghezza – è stato trovato vicino Mogaung, nel Myanmar, e gli scienziati hanno subito definito la scoperta “straordinaria”. “E’ una delle creature più interessanti scoperte negli ultimi decenni”, hanno detto al quotidiano britannico “Telegraph”. I denti aguzzi di cui è dotato il piccolo pesciolino, che altro non sono che un prolungamento della lisca, gli hanno regalato il soprannome, dal notissimo romanzo di Bram Stoker. Ralf Britz, zoologo al museo di storia naturale di Londra, ha detto: “Questo pesce è una delle scoperte più straordinarie degli ultimi cinquant’anni. I denti che il Danionella Dracula ha sono molto particolari, perché delle oltre 3700 specie di pesci di questo tipo, nessun esemplare aveva i denti. I loro antenati preistorici persero i loro denti più di 50 milioni di anni fa”. La squadra di ricerca di Britz sta già lavorando ad analizzare il piccolo pesce, alla St. Louis University del Missouri (Usa).

FONTE: http://www.leggonline.it/articolo.php?id=16197

 

—————————————————————————

 

PHOTO IN THE NEWS: New “Dracula” Fish Discovered

2009-03-12-dracula-fish-01

March 11, 2009–While he may not vant to suck your blood, the male fish seen above does sport spooky-looking fangs that have earned it the name Danionella dracula.

Researchers at London’s Natural History Museum found several of the new species (bottom) in a tank of aquarium fish. Initially museum staff had thought the 0.7-inch-long (1.7-centimeter-long) creatures, caught in Myanmar (Burma), were part of an already known, related species.

“After a year or so in captivity, they started dying,” museum scientist Ralf Britz told BBC News.

“When I preserved them and looked at them under the microscope, I thought, my God, what is this, they can’t be teeth.”

In fact, the fangs are not true teeth—the line of fish that gave rise to D. dracula is thought to have lost teeth around 50 million years ago.

By staining the bone and dissolving away tissue to reveal the full jawbones of dead specimens (top), Briz found that the odd species has rows of bony jaw protrusions (inset) that lack the pulp cavities and enamel caps of true teeth.

Despite their ghoulish appearance, the fangs likely aren’t used for feeding.

“We did not study stomach contents, but we know that its close relatives live on small crustaceans … and other small invertebrates,” Britz said in an email to National Geographic News. “In captivity it readily accepts brine shrimp [larvae], tiny nematodes, and even very fine flake food.”

Based on the behavior of live “Dracula” fish, the researchers think the males use their extralong fangs to spar with each other during aggressive displays. The findings are described this week in the online edition of the Proceedings of the Royal Society B.

—Victoria Jaggard

Photographs courtesy Ralf Britz, Natural History Museum

SOURCE: nationalgeographic.com

marzo 13, 2009 - Posted by | - Pesci / Fishes, An. Vertebrates, Asia, Attuale, Bio-Zoology / Bio-Zoologia, Lang. - Italiano, P - Evoluzione | , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: