Paleonews

Il blog dedicato ai Paleontologi !!!!

2009-04-26 – Lyuba, tha baby Mammoth, on NG channel

 

Meet Lyuba, the most perfectly preserved mammoth ever found. This baby, frozen for 40,000 years, will yield new information about life in the Ice Age. Don’t miss the television event on NGC Sunday, April 26 at 9 p.m.

 

 

In USA: SUN APR 26 9P (link)

In UK: SUN MAY 3 AT 8PM (link)

Annunci

aprile 26, 2009 Posted by | - Mammiferi, An. Vertebrates, Cenozoic, Europa, Paleontology / Paleontologia, TV | , , , | 1 commento

2009-02-21 – Lotte giurassiche su History Channel (Dinosaurs on History Channel)

Un campo di battaglia grande come il mondo. Così si presentava la terra ai tempi dei dinosauri e Jurassic Fight Club, la nuova serie in onda su History Channel (canale 407 di SKY) ogni domenica alle 22:00 a partire dal 22 febbraio, ne ricostruisce le lotte più cruente. Grazie alle tecniche di animazione computerizzata e alle scoperte dei paleontologi, il mondo di settanta milioni di anni fa si mostra come il gigantesco terreno di scontro degli animali che allora lo abitavano, primi fra tutti i dinosauri. Immagini e video in anteprima per Repubblica.it.

febbraio 24, 2009 Posted by | - R. Dinosauri, Lang. - Italiano, Paleontology / Paleontologia, TV | | Lascia un commento

2009-02-02 – Le impronte di Dinosauri di Altamura su Easy Driver

Partirà da Gravina la puntata di Easy Driver
Gli spettatori di RaiUno alla scoperta della Murgia

Partirà da Gravina la puntata di Easy Driver condotta da Ilaria Moscato e Marcellino Mariucci, che porterà gli spettatori di RaiUno alla scoperta della Murgia.
La registrazione della partenza delle auto di scena è in programma giovedì mattina, in piazza Benedetto XIII dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
Le auto di scena di questa puntata di Easy Driver che andrà in onda sabato 7 febbraio alle ore 14, dopo il TG1, sono la Maserati gran turismo S L.13547 e la Renault Twingo RS DS 677 ZP.
Oltre a piazza Benedetto XIII, il regista della trasmissione Marco Speroni e la giornalista Francesca Di Ciccio, lunedì scorso hanno visitato il tratto del torrente “gravina” che parte dal santuario della Madonna della Stella per scegliere i luoghi più belli dell’habitat rupestre da proporre poi nella puntata di Easy Driver che andrà in onda il 7 febbraio.
L’itinerario interesserà anche il territorio di Corato e di Ruvo di Puglia prima di concludersi nella cava dei dinosauri, ad Altamura.

fonte: http://www.gravinaonline.it/gravina/informa/4657.html

febbraio 2, 2009 Posted by | Lang. - Italiano, P - Impronte, Paleontology / Paleontologia, TV | , , , , , | Lascia un commento

2009-01-06 – SUPER RTL: “Dinosaurier – Die vergessene Welt”

SUPER RTL zeigt mit “Dinosaurier – Die vergessene Welt” zweiteiliges Filmabenteuer mit Bob Hoskins und Peter Falk Sendedatum: Mittwoch, 7. und 14. Januar 2009, um 20.15 Uhr

    Köln (ots) – Köln, 5. Januar 2009: London im Jahr 1911. Professor Challenger will im brasilianischen Regenwald einen Flugsaurier entdeckt haben. Mit einem Expeditionsteam reist er erneut nach Südamerika, um seine Behauptung zu beweisen, und gerät dort schon bald in Lebensgefahr. Imposantes Filmabenteuer mit Bob Hoskins (Oscar-Nominierung für “Mona Lisa”, “Nixon”) und “Columbo”-Darsteller und Oscar-Preisträger Peter Falk in den Hauptrollen. SUPER RTL zeigt Dinosaurier – Die vergessene Welt: Die Expedition beginnt (Großbritannien 2001) und Dinosaurier – Die vergessene Welt: Angriff der Affenmenschen (Großbritannien 2001) am 7. und 14. Januar jeweils um 20.15 Uhr.

    Ein Trupp aus Forschern, einem Journalisten und Expeditionsleiter Professor Challenger (Bob Hoskins) macht sich im südamerikanischen Regenwald auf die Suche nach einem sagenumwobenen Plateau, auf dem Dinosaurier überlebt haben sollen. Nachdem sich unterwegs noch Reverend Theo (Peter Falk) und seine Enkelin, eine junge Wissenschaftlerin, der Gruppe angeschlossen haben, erreichen sie tatsächlich ihr Ziel. Doch auf dem schwer zugänglichen Plateau leben nicht nur Saurier, sondern auch menschenfressende Affenmenschen und ein Indiostamm, der sich erbitterte Kämpfe mit ihnen liefert. Ehe sie sich versehen, schweben Professor Challenger und seine Begleiter in Lebensgefahr. Was als hoffnungsvolles Abenteuer begonnen hat, wird zur tödlichen Bedrohung, aus der es scheinbar kein Entkommen gibt.

source: http://www.presseportal.de/pm/6892/1330226/super_rtl

gennaio 6, 2009 Posted by | Lang. - German, Paleontology / Paleontologia, TV | , , | Lascia un commento

2008-12-21 – Piero Angela: Auguri !!!

Piero Angela, 80 anni nel nome della scienza

9:27 – 20 Dicembre 2008 Pubblicato da REDAZIONE

Divulgare e informare senza annoiare, permettendo ai telespettatori di muoversi a loro agio fra i misteri di qualsiasi disciplina, dalla paleontologia alla genetica. Combattere l’incultura della tv trash e la dittatura dell’Auditel, dimostrando che la qualità può vincere negli ascolti.
E’ la missione di Piero Angela (foto), che lunedì compie 80 anni e li festeggia al lavoro, lanciando i tre nuovi speciali di Superquark in onda nel periodo di Natale su Raiuno: il 23 dicembre il tema sarà l’Egitto, il 30 la scoperta di Troia e il 7 gennaio l’oro di Cortes. Abituato a «occuparsi a tempo pieno di scienza dal 1969», Angela non perde occasione per sottolineare «la passione, ma anche la fatica», con le quali ha sempre cercato di realizzare i programmi che gli sarebbe «piaciuto vedere in tv. Arrivare nelle case e aiutare la gente a capire meglio le cose è una grande responsabilità». Un impegno nel quale ha contagiato il figlio Alberto, altro protagonista della “factory” di famiglia, e ha sempre cercato di coinvolgere i vertici Rai e perfino la politica, arrivando a proporre detrazioni fiscali per gli spot inseriti nei programmi culturali.

http://www.forza-roma.com/4307/piero-angela-80-anni-nel-nome-della-scienza

 

dicembre 21, 2008 Posted by | TV | | Lascia un commento

2008-12-13 – Viaggio al centro della terra: il trailer e le immagini (“Journey to the Center of the Earth”)

Viaggio al centro della terra: il trailer e le immagini

A gennaio arriva la nuova avventura con Brendan Fraser, tratto dal romanzo di Jules Verne: tre esploratori che devono attraversare il pianeta terra e uscire vivi dall’altra parte. Un viaggio tra piante carnivore, dinosauri assassini e vulcani esplosivi

12 dicembre, 2008

Passano gli anni ma il fascino dei mondi creati da Jules Verne resta immutato. Autore immortale di classici per ragazzi (ma non solo), lo scrittore francese è anche da sempre una fonte inesauribile per il cinema. Ne è prova questo Viaggio al centro della Terra diretto dall’esordiente Eric Brevig con Brendan Fraser, film che riporta ai nostri giorni il classico romanzo di Verne.
Tre esploratori, in questo caso Fraser insieme a due ragazzi, finiscono, attraverso una grotta in Islanda, in una specie di mondo sotterraneo. Per uscirne dovranno attraversare tutto il pianeta Terra e sbucare dall’altra parte. Nel corso del loro viaggio incontreranno tutti quegli esseri fantastici che solo la fantasia ottocentesca di Verne poteva inventare: piante carnivore, insetti giganti e dinosauri assassini.

Il film uscirà nelle sale italiane il prossimo 16 gennaio.

Clicca qui per guardare il trailer

Clicca qui per guardare le locandine

Clicca qui per guardare la fotogallery

Clicca qui per giocare online a Viaggio al centro della Terra

Fonti:

http://mag.sky.it/mag/ragazzi/2008/12/12/viaggio_al_centro_della_terra_trailer.html

http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=55359

other links:

Official web site  (you must see it !!!)

“Journey to the Center of the Earth” on google

dicembre 12, 2008 Posted by | Geology - Geologia, Lang. - Italiano, Paleontology / Paleontologia, TV, Video | , , , , , | Lascia un commento

2008-12-10 – Dinosauri sulla TV austriaca (Dinosaurier – Donnerstag, 20.15, ORF 2)

10. Dezember 2008 – 17:24

Luft für Dinos

In Alfred Vendls “Universum”-Doku “Atem der Erde” fletschen die Dinos die Zähne nur mehr nebenbei – Donnerstag, 20.15 Uhr im ORF

Noch vor wenigen Jahren waren computeranimierte Dinosaurier absolute Top Spots unter Naturfilmern. Die rasante technische Entwicklung verändert die Dimensionen: In Alfred Vendls “Universum”-Doku “Atem der Erde” (Donnerstag, 20.15, ORF 2) fletschen die Dinos die spitzen Zähne nur mehr nebenbei. “Das ist mittlerweile sehr viel Routinearbeit”, erklärt Vendl. Nicht den riesenhaften T-Rex in 3-D-Bildern das Laufen zu lehren, ist für Naturfilmer heute die Herausforderung – sondern das Unsichtbare sichtbar zu machen.

Der Grenzgänger Vendl, der schon Interpretationen von Zeit und Wahrnehmung mit hochentwickelter Zeitraffer- und Zeitlupentechnologie sichtbar gemacht hat, nähert sich einem weiteren unsichtbaren Element, dem Sauerstoff. Er erzählt die Geschichte der Evolution am Beispiel eines Sauerstoffatoms. Dabei sind Dinos eines von vielen Kapiteln: “Sowohl Software als auch Hardware sind billig zu haben. Das kann jeder probieren. Aber es ist schwierig, gute Leute zu finden.” Ein Jahr haben sich Vendl und sein Team aus 30 Leuten der Luft gewidmet. Zuletzt bekam der Professor für Silikatchemie und Archäometrie an der Universität für Angewandte Kunst für “Bionik – Das Genie der Natur” den begehrten “Emmy”-Fernsehpreis.

Wie wirkt sich der Sparplan auf “Universum” aus? Produziert werden nur mehr 20 Filme pro Jahr. Die Cashcow werde man nicht melken, hofft Vendl. 40 Prozent der Verkaufserlöse zieht der ORF aus den Naturfilmen. Das ermöglicht neue Projekte: 2009 schickt Vendl Säbelzahntiger ins Waldviertel. (prie/DER STANDARD; Printausgabe, 11.12.2008)

 

dicembre 10, 2008 Posted by | - R. Dinosauri, Lang. - German, Paleontology / Paleontologia, TV | , , , , | Lascia un commento

2008-10-31 – Nuova scoprta su ÖETZI (Tyrolean Iceman)

Un recente studio sul DNA miticondriale di Oetzi ha portato alla conclusione che la popolazione di cui esso faceva parte si è totalmente, o quasi, estinta.
Leggi l’articolo riportato sotto e vedi la puntata del 31 Ottobre di Tg Leonardo (link)
——————————————————————–

UNICAM: ANCORA UNA IMPORTANTE SCOPERTA SU ÖETZI

Pubblicata oggi sulla rivista Current Biology  una ricerca del docente Unicam Franco Rollo
Camerino, 30 ottobre 2008 – Sono stati pubblicati oggi dalla prestigiosa rivista Current Biology, i risultati di una ricerca internazionale sul tema “The Complete Mitochondrial Genome Sequence of the Tyrolean Iceman”, coordinata dal prof. Franco Rollo, antropologo molecolare dell’Università di Camerino. protagonista della ricerca è Öetzi, la mummia di Similaun.
A 17 anni dalla scoperta, infatti, Öetzi non finisce di stupire. Il cacciatore-pastore di 5000 anni fa, il cui corpo mummificato fu ritrovato in un ghiacciaio alpino il 19 settembre 1991, ha ancora segreti da svelare.
L’équipe del prof. Rollo, composta da specialisti dell’Istituto di Tecnologie biomediche del CNR e dell’Institute of Integrative and Comparative Biology dell’Università di Leeds, oltre che da quattro suoi collaboratori della sezione di Archeo-antropologia molecolare, ha determinato la sequenza completa del DNA mitocondriale della mummia. Ha poi paragonato la sequenza con quella dei moderni europei ed ha trovato che, dal punto di vista genetico, Öetzi rappresenta un gruppo a parte.
Abbiamo chiesto al professore di spiegare il senso della sua scoperta.
Professor Rollo, cos’è il DNA mitocondriale ?
“Si tratta di una parte del patrimonio genetico della cellula, e dunque dell’individuo, che, a differenza di quello contenuto all’interno del nucleo, che si rimescola in continuazione, viene trasmesso inalterato per via materna, cioè dalle madri ai figli, attraverso le generazioni”.
Cosa ci permette di comprendere lo studio del DNA mitocondriale dell’uomo ?
“Il DNA mitocondriale è una chiave importantissima per comprendere l’evoluzione dell’uomo e le migrazioni dei popoli nel corso dei millenni”. Per fare un esempio, la popolazione europea attuale è composta da una varietà di tipi genetici mitocondriali, il termine tecnico è aplogruppi, la cui distribuzione e localizzazione geografica riflette migrazioni avvenute nel neolitico o addirittura nel paleolitico superiore, quindi decine di migliaia di anni fa”.
E’ difficile ricostruire la sequenza completa del DNA mitocondriale di un uomo preistorico ?
“Alquanto. E’ un lavoro che richiede pazienza certosina e un’infinità di precauzioni, oltre alla disponibilità di apparecchiature molto sofisticate. Per dare un’idea della difficoltà posso dire che al momento attuale disponiamo, su scala globale, di diverse migliaia di sequenze mitocondriali complete moderne, ma solo di tre sequenze di individui preistorici, una delle quali è la nostra”.
In che senso sostenete che Öetzi rappresenta un gruppo a parte ?
“Ci siamo accorti che la sequenza del DNA della mummia corrisponde solo in parte a quella degli europei moderni. La cosa, di per sé,  sarebbe interessante, ma non eccezionale, in quanto ognuno di noi presenta piccole differenze rispetto agli altri nel proprio patrimonio genetico. Tuttavia, attraverso confronti ed elaborazioni molto approfondite, abbiamo scoperto che Öetzi è, per così dire, il rappresentante di un gruppo di donne e di uomini che, nella preistoria, hanno portato per migliaia di anni un determinato tipo di DNA mitocondriale. Questo gruppo è estinto o, comunque, è diventato straordinariamente esiguo”.
Quando si è estinto ?
“Non lo possiamo sapere, sicuramente in un qualche momento dei 5000 anni che ci separano dal tardo neolitico, l’epoca in cui visse l’Uomo dei ghiacci.
Negli anni ‘90 i giornali inglesi parlarono di una signora, di origine irlandese, che, secondo uno studio dell’Università di Oxford sarebbe stata la diretta discendente della mummia, o, se ho ben capito, della madre e della nonna della mummia. Come si concilia questo con i vostri risultati ?
“Conosco bene la vicenda. Proprio uno dei membri della nostra équipe, il professor Martin Richards, dell’Università di Leeds partecipò alla ricerca. A quell’epoca lo studio del DNA mitocondriale nelle popolazioni umane era ancora ai primordi. La corrispondenza tra la donna e la mummia fu individuata sulla base di un’esigua porzione della sequenza. In base alle conoscenze di allora era legittimo aspettarsi che ci fossero in Europa molti “nipotini”di Öetzi. Sappiamo ora che non è così”.
I nipoti mancati resteranno delusi.
“Temo proprio di si”.
fonte: http://www.ilmascalzone.it/articolo.php?id=18452
————————————————————————————

 

Current Biology, 30 October 2008 – doi:10.1016/j.cub.2008.09.028

Complete Mitochondrial Genome Sequence of the Tyrolean Iceman

Luca ErminiCristina OlivieriErmanno RizziGiorgio CortiRaoul BonnalPedro SoaresStefania LucianiIsolina MarotaGianluca De BellisMartin B. Richards and Franco Rollo  

Corresponding author: Franco Rollo 

Summary

The Tyrolean Iceman was a witness to the Neolithic–Copper Age transition in Central Europe 5350–5100 years ago, and his mummified corpse was recovered from an Alpine glacier on the Austro-Italian border in 1991 [[1]]. Using a mixed sequencing procedure based on PCR amplification and 454 sequencing of pooled amplification products, we have retrieved the first complete mitochondrial-genome sequence of a prehistoric European. We have then compared it with 115 related extant lineages from mitochondrial haplogroup K. We found that the Iceman belonged to a branch of mitochondrial haplogroup K1 that has not yet been identified in modern European populations. This is the oldest complete Homo sapiens mtDNA genome generated to date. The results point to the potential significance of complete-ancient-mtDNA studies in addressing questions concerning the genetic history of human populations that the phylogeography of modern lineages is unable to tackle.

ottobre 31, 2008 Posted by | Articolo sc. di riferimento, Genetic / Genetica, Italiano (riassunto), Lang. - Italiano, Multimedia, P - Evoluzione, P - Paleoantropologia, Paleontology / Paleontologia, TV, Video | , , , , , , , , | 1 commento

2008-10-27 – Moray, UK: Impronte di dinosauri in TV (dinosaur footprints, TV, BBC)

Impronte di Dinosauri ritrovate a Moray nel Regno Unito stasera protagoniste sulla BBC

————————————————–

fossils to be part of BBC film about geology

Moray dinosaur footprints to feature on TV

Published: 27/10/2008

The footprint trails at Clashach Quarry, near Hopeman, will be part of a film about geology in Moray.

Some of the fossils in the area are more than 250 million years old.

Drew Baillie, of Moray Stone Cutters, which owns the quarry, was interviewed for the programme.

He said: “It’s actually the 10th anniversary of when the display at Clashach was opened. It is quite popular as kids are obviously interested in the whole dinosaur thing.

“Hopefully this programme will help get Moray on the map.”

Sandstone from the Moray quarry has been used for Antoni Gaudi’s La Sagrada Familia church in Barcelona and as part of the British Memorial Garden to commemorate the 9/11 terrorist attack.

David Addison, curator of Elgin Museum, was also interviewed about the collection’s many fossils of reptile and dinosaur species from the Permian to Triassic periods – some unique to the Moray area.

These include Elginia Mirabilis, Dicynodon Traquairi and Saltopus Elginensis.

The programme will be shown on BBC1 at 7pm tonight.

source: http://www.pressandjournal.co.uk/Article.aspx/906781?UserKey=

ottobre 27, 2008 Posted by | - R. Dinosauri, Italiano (riassunto), P - Impronte, Paleontology / Paleontologia, TV | , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

2008-10-22 – Il Tridentinosaurus su Geo & Geo

Il Tridentinosaurus su Geo & Geo (Rai tre), tra pochi minuti.

anche online: link

seguiranno aggiornamenti …

————————————————————————————-

 Il Tridentinosaurus antiquus, del Permiano di Stramaiolo (Trento)

Links: http://www.science.unitn.it/~bazzanel/Mountains/Fossili/indexTridentinosaurus.htm

rifer.bibliografico: link

ottobre 22, 2008 Posted by | - Italia, Lang. - Italiano, Paleontology / Paleontologia, TV | , , , , , | Lascia un commento